Tassellazione: piacevole introduzione alla geometria?

Interessante progetto Ted-ed da valutare per inserire la geometria in un programma

Pubblicato in Geometria euclidea | Lascia un commento

Passo falso

Si dimostra che 1=2

E tuttavia sappiamo che l’affermazione è falsa.

Data la dimostrazione, quale è il passo falso che viene commesso?

tratto da Brillant

Pubblicato in dimostrazioni, Equazioni | Lascia un commento

Sfruttare la sorpresa per capire l’algebra

Da un post di Dan Meyer: http://blog.mrmeyer.com/2017/mathematical-surprise/

Si chiede alla classe di dare un valore alla seguente espressione per i valori indicati e si raccolgono i risultati

Si chiede poi di dare un valore a quest’altra espressione per i valori indicati e si raccolgono i risultati

Qualcuno si stupisce dei risultati?

Qualcuno prova con altri numeri?

Qualcuno cerca di capire perché la cosa funziona?

Pubblicato in Calcolo letterale | Lascia un commento

Caccia alla struttura

Esperimento interessante di una blogger americana: http://borschtwithanna.blogspot.com/2017/03/task-makeover.html

E’ relativo all’efficacia dell’approccio nella presentazione del problema agli studenti: c’è la versione formale e quella che fa leva su una storia.

C’è poi una bella discussione sul blog di Dan Meyer circa l’opportunità di impegnarsi a ingaggiare i ragazzi. Vale la pena di leggerla.

Forse si potrebbero proporre entrambe le strade prima la seconda e poi l’originale per acchiappare tutti gli studenti senza perdere di vista l’idea che l’obiettivo è la matematica e non la passione per la matematica. Però non è facile stabilire cosa sia giusto. Ci vorrebbe un feedback puntuale sull’esito universitario e nella vita dei nostri studenti. Quello che tutti sappiamo è che per uno studente è tanto facile arrendersi in matematica.

A me pare che ci sia speranza di tenere accesa la fiammella solo fintanto che ci si prova con passione. Così dico a me stessa (per consolarmi?) che se riuscirò a lavorare con passione, cercando di parlare davvero ai miei ragazzi, allora loro se ne accorgeranno e vedranno che ci si può divertire a fare matematica. Così magari non scarteranno la possibilità di riuscirci anche loro, anche a dispetto delle mie goffaggini didattiche.

Pubblicato in quadrilateri, Strutture | Contrassegnato | Lascia un commento

Orologio radicale

Ricevuto da Gabriella 🙂

img-20170214-wa0007

Pubblicato in Radicali | Lascia un commento

How to test a lot without testing much

I’ve always been very much aware of the fact that mathematics often frightens students to death, so that many of them simply stop fighting.

In order to reduce this problem, I tried to teach with as little testing as possible so that students would experiment new ideas without fear. But it didn’t work as I hoped and I had to admit that although evaluation is the cause of fear it also is the propellent for work (why schould one bother to make the effort, otherwise?)

So I shifted to testing like crazy, in order to statistically reduce the impact of each test and have students experiment lower anxhiety together with some effort. But I rapidly resembled a zombie as I walked through the corridors because of all those stacks of tests to correct, one after the other in 6 classes. And what’s more, the quality of my teaching decreased both because I was tired and because I had less time to prepare my lessons that were not tests.

I have known for a long while that I had to make some dramatic changes if I wanted to survive but I didn’t know how to exit the circle.

Finally now I think I have a solution. I don’t know if it works, yet, because I’ve only planned it during Christmas break, but here it is:

Once a week I have my classes take an individual test but I will not ask them to give it to me (unless they have been talking to each other or have shown to be wasting time): we will correct it together on the board and each student will self evaluate their performance along with the criteria I will indicate. I’m not going to ask the students to tell me their self grading because grades are not what I’m interested in. Rather, I will try to make my students concious of the fact that they are gradually measuring if the growth of their competence is up to the standard, above or below.

So that they can do something about it.

And that I can stop crawling along.

Pubblicato in valutazione | Contrassegnato | 5 commenti

Catalogare le equazioni quadratiche

Bella attività di Underground mathematics. Buona per l’inizio delle disequazioni: https://undergroundmathematics.org/quadratics/quad-solving-sorter

Pubblicato in Disequazioni, Equazioni | Lascia un commento